5 app per curare e curarsi

Cura, Dr Geek| Articolo di Cristina Da Rold

In alcuni casi la lingua inglese rende l’ampiezza semantica di un concetto meglio di quella italiana. È il caso per esempio della parola “care”, che noi traduciamo talvolta frettolosamente come “cura”, ma che in realtà ha un significato molto più onnicomprensivo. “Care” significa non solo curare in senso stretto, ma prendersi cura, prendere in carico un malato in tutti gli aspetti della malattia, non solo nella gestione del sintomo o nel momento del trattamento medico specifico.

Le 5 app che proponiamo qui riguardano proprio il “caring”, inteso come l’accompagnare il paziente lungo l’intero processo di cura, a partire dalla gestione della malattia durante la giornata.


CareZone

CareZone è una app gratuita, per il momento in inglese ma che verrà tradotta presto in altre lingue (fra cui si spera l’italiano), per gestire i farmaci e le istruzioni del medico. Organizzare le prescrizioni, gli orari, le dosi, non è facile. Tramite la app è possibile creare rapidamente un elenco di farmaci dettagliato, che viene protetto in modo sicuro ed è accessibile da qualsiasi dispositivo mobile o browser in modo che sia disponibile in caso di emergenza o in qualsiasi altro momento se ne abbia bisogno.

La app invia promemoria a te, alla tua famiglia o a chiunque tu scelga su quando è il momento di assumere i medicinali o di rinnovare una ricetta.

È possibile anche monitorare dei parametri come la glicemia, le ore di sonno o il peso, inserire note, tenere un diario, e inserire una rete di contatti da chiamare in caso di bisogno.


Il Tuo Infermiere

Come dice il nome, Il tuo Infermiere è un “servizio” prima ancora che una app, pensato per mettere in contatto agilmente la domanda di assistenza domiciliare e l’offerta, in varie città d’Italia (scopri quali sul sito www.iltuoinfermiere.it). Si tratta della più importante rete infermieristica territoriale d’Italia, e da qualche tempo è attiva anche una comoda App, scaricabile gratuitamente da infermieri e cittadini. È sufficiente aprire un profilo e il gioco è fatto! Nella home page personale ci saranno le richieste di prestazioni con le schede dei pazienti, suddivisi per città, e l’infermiere potrà scegliere chi prendere in carico. Una volta fatto il paziente riceverà i vostri dati e potrete contattarlo per prendere accordi sulla visita.

Il servizio è gestito da AssoCare, un’associazione nazionale volontaristica di Infermieri e Professionisti della salute esperti di Formazione e Informazione Sanitaria.


FisioApp

FisioApp è un servizio pensato per i fisioterapisti, in particolare per chi svolge la libera professione. Propone una serie di piani, fra cui uno gratuito che permette la gestione di un massimo di 5 pazienti. Fra i servizi c’è la possibilità di gestire le cartelle cliniche, caricando, visualizzando e scaricando i documenti clinici in ogni momento su qualsiasi dispositivo. È possibile inoltre creare dei report per ogni paziente, salvarli direttamente sul computer in formato PDF oppure inviarli tramite mail ai propri pazienti.

Archiviare in formato elettronico i dati relativi ai trattamenti e ai risultati ottenuti permette anche di elaborare sempre tramite FisioApp delle statistiche relative ai trattamenti proposti. Interessante è anche la possibilità di creare un accesso per i propri pazienti in modo che possano in ogni momento lasciare il loro feedback sull’esito delle cure.

Non da ultimo, la app include anche una sezione di aiuto più “burocratico” per il fisioterapista, permettendo di creare e organizzare le proprie ricevute stampando o inviando il documento tramite mail ai pazienti.


Carepy

Carepy è nata dall’idea di un gruppo di giovani informatici italiani, con l’obiettivo di permettere a tutti di gestire la quotidianità della propria malattia in modo semplice e efficiente. È possibile utilizzarla come cassetta virtuale dei farmaci che ci sono in casa, inserendo dati, bugiardini, quantità e scadenze, ricevendo notifiche automatiche che ci ricordano le modalità di ogni terapia, per noi e per i nostri cari. Si può anche condividere la gestione e il monitoraggio delle cure con altre persone, e soprattutto ricevere il supporto attivo del proprio medico e del farmacista di fiducia.


ESH CARE per gestire l’ipertensione

Questa è l’unica app per la gestione dell’ipertensione arteriosa validata e supportata dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA) e dell’European Society of Hypertension (ESH).
La app contiene un diario in cui è possibile inserire i valori pressori ogni volta che lo si desidera in modo da controllarne l’andamento nel tempo, permettendo di condividere questi dati con il personale medico.
Inoltre, l’app include un pratico timer per la gestione dei farmaci in modo da sapere sempre quando e quale medicina assumere e un portale di informazioni con consigli e suggerimenti su come tenere sotto controllo l’ipertensione con dieta, esercizio fisico, oltre ad altre informazioni utili specificamente studiate dalla SIIA e dall’ESH.

Cristina Da Rold si occupa di giornalismo e comunicazione della scienza come freelance. Per Il Pensiero Scientifico Editore ha scritto il libro “Sotto controllo. La salute ai tempi dell’e-health”.

Last modified: 15 maggio 2018