fiducia nelle app

Quattro app per aumentare la nostra fiducia

Fiducia, Dr Geek| A cura di Cristina Da Rold

Sentire di poter avere fiducia in un servizio, anche che si tratti di una app, in un momento di vulnerabilità può essere importante. In questa puntata di Dr Geek vi presenteremo 4 app, due delle quali sono pensate per accompagnare i futuri e i neo genitori nella loro nuova avventura, mentre le altre due riguardano il rapporto di fiducia che può instaurarsi fra cittadini e istituzioni, anche grazie alla tecnologia.

Mamma in Salute

Il Ministero della Salute ha presentato il 12 maggio scorso, in occasione della Festa della mamma, l’App “Mamma in salute” disponibile gratuitamente.
L’applicazione è articolata in tre sezioni informative:

  1. prima della gravidanza,
  2. gravidanza e parto,
  3. dopo il parto e allattamento.

Il servizio include per esempio una mappa dei Centri per la procreazione medicalmente assistita su tutto il territorio nazionale, dei consultori familiari, delle banche del latte, dei punti nascita.
Nel Diario della gravidanza personalizzato sarà possibile registrare i risultati delle indagini diagnostiche-strumentali effettuate e delle visite ginecologiche, mentre l’agenda, che si connette automaticamente a quella del proprio smartphone, ricorderà gli appuntamenti più importanti.

 


SOS Bimbi

Sono parecchi i momenti nel corso della giornata, soprattutto nei primi tempi dopo la nascita di un bambino, che ci pongono dei quesiti: è normale che il mio bambino abbia questa reazione, che non dorma, che mangi poco, che mangi molto, che si gratti? Come faccio a fare in modo che non si graffi, che non soffochi? A che età posso mettergli il nuovo braccialettino della nonna? SOS Bimbi presenta un’interfaccia chiara con una lista di sezioni da poter consultare a seconda dell’esigenza specifica. A partire da un vademecum di Pronto Soccorso che spiega come intervenire tempestivamente in caso di traumi, colpi di sole, presenza di corpi estranei nelle vie aeree e altre emergenze, schede informative inerenti a disturbi non da pronto soccorso, come coliche, stipsi, mal di denti ecc. La app comprende anche una miniguida per imparare a leggere le etichette dei prodotti di uso comune per bambini come salviette umidificate, creme solari, dentifrici, e una serie di consigli su allattamento e svezzamento.
Inoltre SOS Bimbi, attraverso la geolocalizzazione, ti consente di trovare la farmacia o l’ospedale più vicino. Ci si può fidare: tutte le informazioni presenti sull’app sono state redatte da medici pediatri degli ospedali “Bambin Gesù” e “Policlinico Agostino Gemelli” di Roma e dell’ospedale “U.O. di Pediatria” di Modica (RG), e tutte le schede sono state supervisionate dalla Società Italiana di Pediatria.


Salesforce@Home

L’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento (APSS) ha trasformato il servizio di assistenza domiciliare per 20 mila utenti, rendendolo più organizzato ed efficace. Grazie all’applicazione mobile sviluppata con Salesforce, medici, infermieri e altri professionisti sanitari possono intervenire nelle case dei pazienti accedendo in sicurezza alle informazioni necessarie per assicurare
trattamenti personalizzati.
@Home semplifica la gestione del front end, affidando il back end a un Service Cloud. Su @Home i coordinatori dei piani di cura ricevono e smistano verso la squadra sul territorio segnalazioni provenienti da canali diversi e un “case manager” svolge le prime valutazioni e definisce un piano personalizzato di intervento. Il sistema fornisce inoltre una piattaforma pratica e sicura dove poter scambiare informazioni sui pazienti, in affiancamento alle loro agende sulla app.
APSS ha già pensato di estendere questa condivisione ai medici di base, espandendo la visuale per il singolo paziente a tutti gli attori della cura.


Entourage

Entourage non è solo un’app, ma un social network pensato per realtà che lavorano con la marginalità, anche sanitarie. Al momento non ne esiste una versione italiana, il servizio è attivo solo in Francia, ma abbiamo pensato di raccontarvelo, sperando che possa essere di stimolo per chi volesse pensare un servizio simile anche in Italia.
La comunità Entourage è un social network a cui possono iscriversi cittadini, commercianti, associazioni, oltre agli stessi senzatetto, ed è organizzata attraverso una mappa interattiva che centralizza tutte le azioni di solidarietà in corso in ogni quartiere. L’obiettivo è fare in modo che le persone possano conoscersi, e migliorare la rete di solidarietà. Al momento ci sono 62.000
persone coinvolte e la rete ha già prodotto 5.600 azioni di solidarietà.

Last modified: 1 Luglio 2019